menu close menu

Massaggio Decontratturante

Brevi Cenni Storici del Massaggio Decontratturante

Il massaggio decontratturante poggia le sue fondamenta sull’antico filone storico che vede il massaggio come un trattamento mio-distensivo e miorilassante, anche se la tendenza è stata quella di considerarlo un trattamento estetico o rilassante. Il massaggio decontratturante aiuta a sciogliere le tensione e le contratture, è ideale per la persone che soffrono frequentemente di dolori muscolari diffusi e/o localizzati in zone corporee specifiche, come colpi di frusta, stati artrosici, periartriti, lombo sciatalgie, etc., causate dall’assunzione di posture scorrette, sforzi fisici o lavorativi inadeguati e ripetitivi, di disordine alimentare o da stanchezza.

Possiamo ritenere il massaggio venisse usato frequentemente dagli antichi greci e romani per alleviare i dolori fisici, ed è molto provabile che questa usanza abbia influenzato un continuo utilizzo e sviluppo di applicazioni peculiari che contraddistingue il massaggio decontratturante dal resto delle tecniche associate a questa disciplina.

Questo tipo di massaggio può durare da 30 a 60 minuti e quando il trattamento viene eseguito per sciogliere una contrattura specifica il numero di sedute varia in base all’intensità del problema. Diciamo che tutti possono usufruire di questo servizio, quindi non solo gli atleti, ma anche quelli che si allenano in palestra, o con scopo preventivo, in questa fase si useranno approcci e tecniche diverse per ogni soggetto.

Indicazioni generali per il massaggio

Le indicazioni generali del massaggio sono quelli che ci permettono di conoscere a che punto si deve applicare il massaggio. Tra le principali possiamo considerare:

  • Può essere applicato a qualsiasi persona sana, così come in alcuni casi di malattie e traumi.
  • È indicato per praticanti di cultura fisica e dello sport, come mezzo per ripristinare le funzioni dell'organismo.
  • Per applicare una sessione di massaggio si deve prendere in considerazione l'età e le possibili reazioni del sistema nervoso per definirne l'intensità e la durata soprattutto all'inizio della sessione.
  • Se necessario applicarlo a bambini si deve prestare particolare attenzione, poiché questi hanno i tessuti muscolari molto deboli e un sistema nervoso una molto sensibile.
  • Si deve praticare tra 1,30- 2 ore prima o dopo l'ingestione di cibo.

Effetti

È considerato decontratturante, rilassante e tonificante.

Principali controindicazioni per il massaggio

Le controindicazioni fanno riferimento a diverse patologie o stati della pelle, per cui non è possibile applicare il massaggio. Le principali sono:

  • Malattie della pelle (eczema, scabbia, orticaria, ecc.) o lesioni alla pelle (ferite).
  • Nei casi di tumori maligni.
  • Quando ci sono calcoli epatici o renali.
  • In caso di trombosi.
  • Durante stati febbrili acuti.
  • In presenza di infiammazioni acute.
  • Quando c'è sanguinamento o propensione a questo.
  • Durante le mestruazioni o gravidanza (nell'addome).
  • Sulla parte di corpo che presente un'ernia.